Genova dall’alto: i punti panoramici

genova dall'alto

Non trovate anche voi che le città viste dall’alto abbiano un fascino particolare?
Certo vedere Parigi dalla Tour Eiffel o New York dalla cima dell’Empire State building sono panorami unici… ma tornando letteralmente con i piedi per terra e gli occhi sulle nostre meravigliose città ci sono sempre dei punti di vista privilegiati che ci permettono di godere di panorami suggestivi. Se a Torino c’è la Mole Antonelliana, a Milano il Duomo, a Bologna la Torre degli asinelli…

A Genova ci sono diversi punti di osservazione molto suggestivi, ognuno con il suo “punto di vista”. Seguitemi, vi porto a vedere Genova dall’alto.

genova panoramica

Genova dall’alto: la Lanterna – la storia

Per i genovesi rappresenta la storia, un passato glorioso da Repubblica Marinara; La Lanterna è il nostro orgoglio ma anche un punto visivo di riferimento.

E’ certamente il simbolo architettonico più conosciuto di Genova e da quando nel 2004 è stata restaurata internamente ed esternamente e sono stati creati il parco e il museo, è una delle passeggiate più amate e frequentate dai turisti ma anche dai genovesi.

Potete trovare più informazioni sul suo museo, passeggiata e parco in questo articolo sui musei per bambini, ma qui la voglio citare come IL punto panoramico della città, quello che si trova nel centro del porto commerciale e che da lì guarda la città e la protegge con lo sguardo.

La vista panoramica è godibile dalla prima terrazza della Lanterna, ma attenzione: la salita si può
effettuare – come in ogni faro storico che si rispetti – solo salendo i 172 gradini.

Orari:
Da ottobre a maggio
Da martedì a venerdì: dalle h. 10:00 alle h. 17:00 (ultimo ingresso h. 16:30)
Sabato, domenica e festivi: dalle h. 10:00 alle h. 18:00 (ultimo ingresso h. 17:30)
Chiuso: lunedì, 25 dicembre, 1 gennaio
Da giugno a settembre
Da martedì a venerdì: dalle h. 10:00 alle h. 18:00 (ultimo ingresso h. 17:30)
Sabato, domenica e festivi: dalle 10.00 alle 19.00 (ultimo ingresso h. 18:30)
Lunedì chiuso
Prezzo (Open Air Museum + Museo + Lanterna): € 6,00 intero; € 5,00 ridotto; gratuito sotto i 6 anni

genova panoramica

Ruota panoramica – la novità a Genova

Da un paio di anni c’è un nuovo punto di osservazione per godervi la vostra Genova dall’alto: è la ruota panoramica che viene installata al Porto Antico nello spazio denominato Calata Gadda.

Per raggiungerla bisogna fare una piacevole passeggiata lungo i Magazzini del Cotone – l’edificio rosso-arancione che un tempo fungeva veramente da deposito del vecchio porto e che ora è sede di attività ludiche e commerciali. Vi consiglio di percorrerla dal lato del mare, per godere al meglio della vista del porto e delle imbarcazioni ormeggiate (in mezzo a yacht super moderni, e un po’ pacchiani, ce ne sono sempre anche alcune molto romantiche old style).

Arrivando in fondo raggiungerete un grande piazzale con vista sul porto e lì si stagliano i 45 metri di ruota panoramica: tante piccole cabine da massimo 4 persone che – proprio come in un piccolo London Eye in salsa genovese – faranno due giri completi per permettere ai passeggeri di ammirare la città da un punto di vista ancora diverso, quello più vicino al mare.

Orari

Feriali 14:30-19:00 – 20:30-24:00.

Festivi e prefestivi: 10:00-24:00.

Prezzo: adulto € 8,00, ragazzi dai 2 fino a 12 anni € 5,00, bambini fino a 2 anni gratis.

Spianata Castelletto – vista dalla Genova chic

Spianata Castelletto è una grande terrazza urbana in uno dei quartieri più “in” di Genova, un po’ come dire la vista di Roma dal Gianicolo o quella di Napoli dal Vomero.

Arrivarci non è complicato, il centro di Genova si gira tranquillamente tutto a piedi (in alcuni casi non ci sono nemmeno alternative in realtà).

Bisogna recarsi in Piazza Portello, proprio alle spalle di Via Garibaldi, la via del Comune.
Lì si trova l’entrata: una galleria stretta e lunga che porta a un ascensore in stile liberty realizzato nel 1909. Anche solo salirci è un’esperienza molto affascinante.

Arrivati in cima ci si trova in questo bellissimo spazio pedonale con una vista su tutta la città proprio da dietro i principali “palazzi del potere” genovese.

Per tornare “a livello strada” si può riprendere l’ascensore oppure scendere per una delle creuze (stradine mattonate tipiche di Genova). Attenzione però: non è un percorso adatto ai passeggini!

Prima di scendere però il mio consiglio è quello di prendere un gelato in una delle ottime gelaterie nei dintorni e gustarlo ammirando il panorama.

Orari dell’ascensore: tutti i giorni dalle 6.40 alle 24.00

Prezzo: un normale biglietto del trasporto urbano da € 0,90

genova panoramica
Foto di Gabriele Marchese

Fuori dal centro di Genova

Se volete ammirare Genova dall’alto ci sono anche altri punti di osservazione un po’ più decentrati ma con altrettanto fascino e una vista panoramica anche più ampia.

Naturalmente sono sulle alture, quindi per raggiungerli vi serve necessariamente un’auto.

Righi: è uno dei quartieri collinari alle spalle di Genova e da lì la vista sulla città è certamente suggestiva. Al Righi si trova anche il Parco del Peralto, con area giochi e pic nic, prati e qualche passeggiata da fare.

Nostra Signora del Monte: è un bellissimo Santuario in centro (quartiere di San Fruttuoso) ma leggermente sopraelevato. Da lì una bellissima vista e anche un ristorante molto ben attrezzato per i bambini, con tanto di area giochi. Si sconsiglia di andarci a piedi (la salita è molto impegnativa)

Santuario Madonna della Guardia: uno dei santuari più famosi di Genova, si trova in periferia nel comune di Ceranesi. Per raggiungerlo bisogna uscire dall’autostrada all’altezza di Genova Bolzaneto sulla A7 e da lì iniziare la salita. Dalla cima, nelle belle giornate, pare si riesca a vedere dalla Corsica al Monte Rosa.

 

Siamo curiosi di sapere quali sono i vostri punti panoramici di Genova preferiti!
Voi ne consigliereste altri?

 

Ti potrebbe interessare anche Genova vista dai balconi e Genova: la street art tour a piedi

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*