Cerca

Passeggiata sul sentiero dei narcisi a Pian della Cavalla

prato fiori bambini

Grandi prati dove giocare, una passeggiata breve immersi nel profumo e nei colori della primavera. Se è questo quello che state cercando, il nostro consiglio è di provare il Sentiero dei Narcisi di Pian della Cavalla, l’angolo di natura ligure più instagrammato di questa primavera.


famiglia prato

Pian della Cavalla, il profumo della primavera

I prati di Pian della Cavalla sono bellissimi in ogni stagione e un posto ideale per trascorrere una giornata giocando sui prati in tutta tranquillità e sicurezza facendo un divertente pic nic con i bambini (si sa che i bambini li amano).

Ma è in primavera che raggiungono l’apice della bellezza grazie a queste distese di narcisi bianchi e gialli, molto profumati e molto fotografati.

Infatti ogni anno sono presi d’assalto nonostante la distanza da Genova. Lungo la strada, nei pressi dell’inizio del sentiero vedrete moltissime macchine parcheggiate sul ciglio, ma non preoccupatevi: i prati sono così sconfinati che potrete tranquillamente trovare un ampio spazio per distendervi al sole, rilassarvi, giocare e godere del profumo di questi piccoli fiorellini.

prato fiori

Sul sentiero dei narcisi del Parco dell’Antola

Avevo sentito parlare del sentiero dei narcisi, ma un po’ per la distanza e un po’ per la poca passione di mio marito per i fiori non ci eravamo mai venuti. Quest’anno però, con la scusa che i grandi prati ci avrebbero permesso una gita con gli amici in sicurezza, sono riuscita a convincerlo.

Ho parlato di distanza. Si perchè Pian della Cavalla si trova all’interno del Parco Regionale dell’Antola e la distanza dal centro di Genova è di circa un’ora e mezza verso l’entroterra, tra curve e tornanti.

Ma se non soffrite particolarmente il mal d’auto vi assicuriamo che ne vale la pena (confermato anche dal marito brontolone!)

Ecco poche, ma semplici indicazioni.

La vostra prima meta è Torriglia, nell’Alta val Trebbia, ma non dovete entrare nel paese, semplicemente superarlo e proseguire sulla ss45 per Piacenza.
Poco prima di arrivare a Montebruno potete prendere la deviazione sulla sinistra verso Propata e i Laghi del Brugneto (a nostro parere la strada però è più lunga) oppure proseguire di 5km circa, superare  il paese di Montebruno e prendere la deviazione per Fascia.
Da lì mancano ancora circa 20 minuti di macchina, ma tenete duro!

cartello sentiero narcisi

Arrivati nei pressi del paese di Fascia potete raggiungere Pian della Cavalla attraverso due diversi sentieri:

  • il primo, quello ufficiale (lo riconoscerete per il cartello e le molte macchine parcheggiate nei dintorni), è un sentiero ampio e sterrato,  percorribile anche da moto e, anche se rare, noi ne abbiamo incontrate un paio, quindi attenzione ai bambini! La pendenza non è eccessiva e passa in parte fiancheggiando alcuni prati con una splendida vista sulle montagne circostanti e in parte nel bosco. E’ il sentiero più facile ma più lungo (40 minuti circa)
  • il secondo invece parte circa 1,4 km più in basso ed è un piccolo sentiero leggermente più pendente che passa tutto dentro il bosco. ovviamente è più stretto, ma anche più breve (25 minuti circa) e se amate i boschi come noi e volete incrociare molte meno persone allora potete provare a seguire questo sentiero.

pian della cavalla antola

Entrambi i sentieri terminano su una collina che si apre su una grande distesa di prati verdissimi e, in primavera, punteggiati di narcisi bianchi.

Noi siamo rimasti molto affascinati da Pian della cavalla e il Sentiero dei Narcisi, ma se siete ancora indecisi su dove fare un pic nic possiamo consigliarvi:

Pronti al prossimo pic nic?

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*