Cerca

Le oasi naturali della Liguria

oasi natura arcola

 

In questi giorni si parla molto sul web delle oasi naturali protette. Ci siamo chiesti di cosa esattamente si tratta, dove sono in Liguria e se sono adatte per i bambini. Ed ecco le nostre risposte!

Le oasi naturali della Liguria

Ma cosa è un’oasi naturale?
Non intendiamo le oasi che abbiamo nel nostro immaginario, isole di verde in mezzo al deserto.

Sono delle aree protette, istituite in specifico punti di interesse naturalistico per la conservazione della flora o della fauna che qui ha liberamente scelto di ritornare per la riproduzione.

Di solito le oasi naturali vengono gestite da associazioni ambientaliste, come WWF, LIPU o Legambiente.

E in Liguria ce ne sono?

Ebbene sì! In Liguria oltre ai Parchi nazionali (quello delle Cinque Terre per esempio), i parchi regionali (come il Parco del Beigua, il parco dell’Antola o quello della Val d’Aveto) e le aree marine protette ci sono anche alcune oasi naturali.

Andiamole a vedere più da vicino.

Oasi Arcola (La Spezia)

Oasi Arcola è un’area protetta nel parco del fiume Magra.

La sua particolarità che va protetta è che rappresenta tutte le caratteristiche delle aree umide e fluviali, con canneti, boschi alluvionali e prati che vengono periodicamente inondati dalle piene del fiume, aspetti introvabili in Liguria ma caratteristici di questo fiume.

Qui si riproducono specie di anfibi e trovano riparo molti uccelli durante le loro rotte migratorie, come rapaci, passeri e anatre.

Per questo l’Oasi Arcola è protetta dalla Lipu che ha stimato essere meta di oltre 150 specie di volatili, come il Martin Pescatore o la Gallinella d’acqua , che qui fanno il nido.

Tra gli uccelli più caratteristici che qui fanno sosta anche il Porciglione con un verso che ricorda quello del maialino. Provate a cercarlo insieme con i bambini!

Si può percorrere l’oasi liberamente seguendo uno dei percorsi natura che sono indicati da pannelli illustrati.

Nell’oasi inoltre si trova anche un’aula didattica dove in tempi no covid vengono organizzate attività per bambini e adulti

Come raggiungere l’Oasi Arcola

Oasi Arcola si trova a Arcola, loc. San Genesio in provincia di La Spezia.

Il casello autostradale più vicino è quello di Sarzana e poi si prende la Strada Provinciale n. 1 Aurelia che collega la Spezia con Sarzana tra loc. Romito Magra e Ponte di Arcola.

Trovate maggiori informazioni in questa pagina del sito LIPU.

oasi liguria arcola
Foto di Edoardo Migone su pagina Facebook di Oasi Lipu Arcola

Oasi Rocchetta di Cairo

L’Oasi Rocchetta di Cairo si trova in una piccola frazione nel comune di Cairo Montenotte, provincia di Savona.

Quest’area naturale, che si forma laddove il fiume Bormida di Spigno crea un’ansa molto ampia e pianeggiante, è ricca di vegetazione tipica di zone fluviali e lacustri collinari e costituisce l’habitat perfetto per numerose specie di mammiferi, anfibi e rettili ma soprattutto uccelli che qui svernano e nidificano.

Sito ufficiale

oasi natura liguria

Oasi I Valloni di Villanova d’Albenga

A Villanova d’Albenga, in provincia di Savona , un paio di anni fa ha inaugurato l’unica oasi naturale del WWF in Liguria.

Realizzata dove un tempo c’erano giacimenti di argilla, l’Oasi è ora rifugio di anfibi, uccelli e rettili: tra questi per esempio la lucertola ocellata e il Martin pescatore.

Notizia proprio di questi giorni (giugno 2021) nei prossimi giorni verranno qui liberati 15 esemplari di Emys Orbicularis Ingauna, anche conosciute come testuggine palustre ligure grazie a un’iniziativa dell’Acquario di Genova. Nate in cattività ma pronte per ritornare nella natura, le piccole testuggini fanno parte del progetto Emys e LIFEEMYS, che studia il reintegro di questi esemplari in habitat nei quali sarebbero natie.

In questo territorio infatti le piccole tartarughe erano di casa fino agli anni 90 quando vennero dichiarate pressochè estinte. Ma grazie a uno dei progetti di ricerca scientifica dell’acquario le piccole Emys si sono riprodotte e ora torneranno nel loro ambiente naturale.

oasi liguria wwf albenga

Quando visitare le Oasi naturali della Liguria

La tarda primavera è ovviamente la stagione migliore per visitare l’oasi e provare ad avvistare i suoi piccoli abitanti… oppure per ascoltarli.

Ma anche in autunno e inverno l’oasi è molto “frequentata” da uccelli che qui trovano riparo e soprattutto abbondante cibo nei laghetti e pozze che il fiume magra crea, come aironi, falchi, cormorani…

Vi sono piaciute le oasi naturali della Liguria?

Un’ultima raccomandazione. Ricordate sempre, quando siete all’interno di un’oasi naturale, di non uscire dai sentieri per non disturbare o danneggiare flora e fauna!

Se vi piace entrare in contatto con la natura non potete perdere il whalewatching, l’avvistamento cetacei, un’esperienza unica!

 

foto di copertina di Edoardo Migone su pagina Facebook di Oasi Lipu Arcola

Lascia un commento

Your email address will not be published.

This field is required.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*This field is required.