Arte per bambini: la mostra su Michelangelo a Genova

mamma e bambino mostra michelangelo genova

 

Spiegare l’arte ai bambini vuol dire parlare anche dei grandi Maestri. Fino al 14 febbraio a Palazzo Ducale di Genova è possibile visitare la mostra “Michelangelo. Divino artista”, su uno dei personaggi più influenti nella storia dell’arte mondiale.

quadro ritratto Michelangelo Buonarroti

Michelangelo in mostra a Genova

Pittore, architetto, scrittore, poeta e soprattutto scultore, Michelangelo è stato uno dei più grandi della storia e una di quelle figure che affascinano i grandi ma anche i bambini.

Nella sua lunghissima vita – pensate che visse fino a 89 anni, un record per l’epoca – conobbe papi, principi e i più importanti personaggi della storia contemporanea.

Tra Roma e Firenze, la sua vita fu piena di eventi politici e sociali.. diciamo che non fu una vita noiosa, insomma!

La mostra che potete visitare a Palazzo Ducale vuole darci una panoramica della sua vita e delle sue opere che difficilmente potrebbero stare tutte in una sola mostra.

Tra i 130 pezzi in esposizione si trovano 60 originali di Michelangelo, tra bassorilievi, lettere, disegni preparatori e schizzi e poi anche calchi di alcune delle sue opere più famose per raccontare l’universo michelangiolesco a tutto tondo, senza tralasciare niente.

Il pezzo più impressionante della mostra è sicuramente il bassorilievo della Madonna della Scala, che Michelangelo scolpì a soli 15 anni e dimostra una maestria non comune. Si capisce infatti perché Lorenzo il Magnifico in persona lo volle proteggere e promosse l’inizio della sua carriera.

L’oggetto più simpatico invece è una lettera con la lista della spesa dove l’artista disegnò, oltre che scrivere, gli alimenti che servivano in casa… che ne dite? Potremmo proporre anche ai nostri bambini di aiutarci così con la prossima lista degli acquisti?

Michelangelo dalla A alla Z

“Una mostra quasi didascalica – sono le parole della direttrice di Palazzo Ducale Serena Bertolucci – che vuole farci capire come Michelangelo ha influenzato la nostra arte, la nostra estetica e anche la nostra vita. Una mostra che non vuole essere noiosa ma vuole stimolare tutti ad uscire di casa per andare a visitarla” (seguendo le misure di sicurezza ovviamente).

Un approccio molto utile soprattutto per i bambini che magari si avvicinano per la prima volta a questo artista e molto utile anche per noi, per stimolarci a viaggiare e andare a Roma a vedere l’originale della Pietà o a Firenze ad ammirare il David.

bambino guarda statua museo Genova

Se volete però cominciare con una gita fuoriporta meno impegnativa, vi consigliamo di collegare questa visita anche ad una gita a Savona a vedere la Cappella Sistina.

Sì non sono impazzita, ho detto proprio Cappella Sistina perché Papa Sisto IV prima e poi Papa Giulio II, entrambi originari di Savona – pare che Giulio II fosse nato a Villa Gavotti ad Albisola Superiore (l’abbiamo visitata proprio di recente grazie alle Giornate d’Autunno del FAI) – vollero che anche nella loro città natale venisse realizzata un’opera molto simile alla più famosa sorella maggiore romana.

Trovate maggiori informazioni a questo link

selfie famiglia Palazzo Ducale Genova

Ritornando alla mostra che potete invece visitare a Genova, a breve partiranno anche le attività per scuole e famiglie: visite guidate e laboratori artistici ma anche sensoriali, con alcuni pezzi della mostra che sono nati proprio per essere toccati dai più piccoli e attività per scoprire questo artista nelle sue molte arti e qualità.

Non vediamo l’ora di poter partecipare a qualcuno di questi laboratori quindi, se siete interessati, continuate a seguire questo articolo dove metteremo aggiornamenti di volta in volta.

Se cercate altri musei da visitare con i bambini potete leggere i nostri articoli sui musei per bambini di Genova, i musei di Savona, le strutture museali di La Spezia e le gite nei musei di Imperia in famiglia.

 

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*